Ultimo aggiornamento pagina web:  03-07-13

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stazione Meteorologica di Albano Laziale - Località Cancelliera

 

Informazioni della stazione meteo pag. 1/3

 

 

 

 

 

 

 

I sensori sono alimentati da pile ricaricate da mini pannelli fotovoltaici, collegati in parallelo ad un minicircuito auto-costruito che regola e stabilizza la tensione a 3,3 volts per i sensori. I pannelli facevano parte di una lampada acquistata c/o un noto magazzino svedese.

 

 

Sono stato sempre attratto ed interessato a questa materia. Ho messo in piedi un sistema di rilevazione di dati meteorologici che in tempi antecedenti all'avvento di Internet sarebbe stato impensabile attuare. La rete web mi ha dato l'opportunità di approfondire le mie poche conoscenze e mi ha permesso di confrontare il mio operato e le esperienze con altri appassionati meteo molto più bravi di me. La stazione di Albano Meteo è nata a maggio del 2009 solo per uso personale ma leggendo qua e la mi sono reso conto che creare un sito e condividerlo per questa attività sarebbe stato ancora più stimolante. Inizialmente i problemi tecnici da risolvere  sono  stati   numerosi,  ci  si

può rendere conto leggendo le esperienze degli altri possessori di stazioni amatoriali, quanti e quali ostacoli dovevano essere superati, ma non mi sono perso d'animo. Avendo a disposizione conoscenze informatiche, sarebbe stato sciocco non accettare la sfida. Il primo dilemma era quello di trovare un punto di rilevamento dei dati atmosferici e quello di aumentare l'autonomia dei sensori per dare una certa continuità al servizio; ogni paio di mesi sarei stato costretto a arrampicarmi sul tetto o calare il palo di sostegno per raggiungere i dispositivi e sostituire le quattro batterie 'stilo' che li alimentano. La scelta è stata quella di allestire su un  palo di 6 metri nel giardino di casa i rilevatori atmosferici, nell'unico un punto privo di ostacoli e su un prato erboso così come si conviene per gli standard di rilevazione atmosferica,  In cima ho posizionato l'anemometro al di sotto del quale a circa un metro ho montato il pluviometro. Il sensore termo-igrometro l'ho inserito in uno schermo solare auto-costruito a circa due metri dal suolo. Per quanto riguarda la loro autonomia, ho modificato il circuito di alimentazione originale dei sensori con batterie ricaricabili da piccoli pannelli solari fotovoltaici, montati alla base del palo stesso.

Lo schema funzionale dei dispositivi che compongono la stazione metereologica

Home  | Info Pag. 2 |    Info Pag. 3

Home  | Info Pag. 2 |    Info Pag. 3